masstang

Una band alquanto diversa… UNICA!

Oggi abbiamo il piacere di presentarvi una band molto particolare… Diciamo UNICA nel suo genere!
Si tratta dei MASSTANG, un gruppo che attraversa diversi generi musicali (dall’electro al rock) formata da Marica Bacciardi (Voce), Dante Saudelli (Chitarra + voce), Ugo Pellicano (Basso) e Samuele Bozzi (Macchine/Programs).
Oggi la band ci presenta il loro nuovo album dal titolo “VISIONI”.

Il CD è già disponibile nei negozi di dischi e negli store digitali!

Noi di rock’s Temple abbiamo voluto approfondire la conoscenza dei Masstang attraverso un’intervista diretta.
Ve la proponiamo di seguito:

1) Diamo un caloroso benvenuto ai Masstang. Raccontateci un po’ di voi…
“Ciao Ragazzi grazie di ospitarci sul vostro spazio, siamo veramente felici di poter raccontare il nostro progetto.
Il progetto Masstang è nato principalmente con l’idea di proporre e suonare musica con lo sguardo rivolto al presente e al futuro, scrollandosi di dosso quel vecchiume che attanaglia un sacco di band, ma senza cadere nello zero assoluto di alcune correnti “autotunnate” che non ci piacciono.
Masstang propone musica elettronica contaminata dal rock e dagli strumenti “suonati” come chitarra e basso, un sapido mix di club culture, DnB e tutta quell’elettronica dal sapore British”.

2) Ci sono artisti in particolare che hanno influenzato il vostro modo di suonare?
“Certo che si… sono veramente tanti gli spunti che prendiamo perché ognuno di noi ha un background musicale diverso e apporta un po’ del suo stile… Se dovessimo fare qualche nome vi accorgereste che si passa apparentemente “da un palo a un frasco” proprio perché ascoltiamo di tutto.
Non possiamo assolutamente non citare i Prodigy, Cypress Hill, Chase and Status, Deftones, Korn, Depeche Mode, Lauren Hill, Nero, Rudimental, Dr Dre, Rage against the machines, ecc…”

3) Chi cura i testi e gli arrangiamenti?
“La scrittura dei testi e gli arrangiamenti sono affidati a Mari e Delli, che propongono idee, poi li si valuta insieme al nostro produttore artistico Bonnot, che dispensa sempre utili consigli e critiche costruttive”.

masstang

4) Quanto tempo avete impiegato per la realizzazione del vostro nuovo album “VISIONI”?
Siete soddisfatti di questo lavoro?
“Visioni non è stato un lavoro veloce, abbiamo impiegato un anno per scrivere i pezzi (musica e testi) e un altro anno a rivoltarlo come un calzino in studio. Si perché eravamo alla ricerca di qualcosa che suonasse veramente fresco, veramente attuale… e a costo di rischiare di fare una cosa che poteva essere non capita, siamo comunque andati avanti su questo lavoro.  masstang-visioni-cover-1Ora col senno di poi, ci sono un sacco di cose che avremmo voluto migliorare, o far suonare ancora più attuali…
Se venite a vedere un concerto ve ne accorgerete!”

5) Parliamo adesso della canzone di questo album che più ci ha colpito: “Invisibile”. Diteci di più…
“Hahahaha!!! Invisibile è stato uno degli ultimi brani che abbiamo scritto e forse è quello che è venuto fuori più velocemente. Volevamo fare un pezzo “polleggiato” facile e divertente sia da ascoltare che da suonare. Il testo parla chiaramente di Masstang e quindi di noi, che fantastichiamo su come sarebbe essere delle star!!! O siamo in gioco, non possiamo e non vogliamo nasconderci anzi, vorremmo che tutti ne parlassero”.

6) Come mai avete deciso di approcciarvi a questo genere musicale?
“Come dicevamo sopra, perché l’elettronica è entrata nelle nostre corde già da anni, prendendo sempre uno spazio più importante. Ma soprattutto perché vogliamo trovare un suono che sia moderno, che guardi al futuro e soprattutto “nostro”, visto che in Italia roba tipo Masstang non ce n’è!!!”

7) Il vostro genere è davvero particolare, ma avete mai pensato di esplorare altri orizzonti musicali?
“Ma guarda, non ci poniamo mai dei paletti di scrittura se non quelli di ‘non fare roba vecchia’, quindi tutto è possibile… Stiamo scrivendo i pezzi per il nuovo disco e possiamo anticiparvi che sono veramente diversi tra loro, ci sarà anche un po’ di Soul, quindi per rifarci alla domanda… esploriamo un sacco di generi!”

8) Raccontate al nostro pubblico qual è il ricordo più bello e quello più brutto legato al vostro percorso musicale.
“Momenti brutti credo che non ce ne siano stati perché anche quando ci sono state discussioni, anche accese tra noi, era sempre perché stavamo puntando a fare meglio. I momenti belli sono sempre quando si suona, e più il palco è grande e più gente c’è… più il momento è bello, quindi possiamo dire che il live alle finali nazionali di Arezzo Wave a Milano e l’apertura al live dei Bastille allo stadio di Pesaro sono tra i momenti più belli”.

9) Quali progetti avete per il futuro?
“Un sacco di roba! Lozz e Atomick Tags stanno ultimando i remix di alcuni pezzi e quindi per settembre uscirà un mini EP con un pò di remix, stiamo organizzando il tour per l’inverno e allo stesso tempo stiamo finendo di scrivere i pezzi nuovi, per poi rientrare in studio!!!”

10) Un ultimo saluto…
“Grazie ancora di averci ospitato, su questo spazio. Se ne avrete l’occasione venite a vedere un live di Masstang perché dal vivo il progetto suona forte e c’è una gran energia!!
Seguiteci sui nostri canali social !!!!!
Ciao Da Mari, Delli, MasJD e Zico.
A prestooooo!!!”

A questa fantastica band facciamo dunque un grosso in bocca al lupo per il futuro – La redazione

 

Dunque, i MASSTANG vi hanno incuriosito?
Per noi di Rock’s Temple la frase “in Italia roba tipo Masstang non ce n’è” è proprio vera!
Ascoltate uno dei loro brani e fateci sapere cosa ne pensate!
#StayRock

DETTAGLI SULLA BAND

Link per lo streaming di Visioni: https://soundcloud.com/masstang/sets/master2

Potete ascoltare Visioni anche su Spotify.

Line-up:

  • Marica Bacciardi (Voce)
  • Dante Saudelli (Chitarra + voce)
  • Ugo Pellicano (Basso)
  • Samuele Bozzi (Macchine / Programs)

Web-links:

Sito ufficiale

Facebook

Youtube

Spotify: Masstang

Soundcloud

Instagram: #Masstang

Rispondi